Azienda Vinicola Calice Vini Srl

Salute VinoResveratrolo, previene cancro intestinale

Resveratrolo, previene cancro intestinale

La sostanza è più efficace in quantità ridotte che in misura eccessiva
Bastano piccole dosi di resveratrolo per prevenire il cancro intestinale. La sostanza, contenuta nell’uva, nei frutti rossi, nelle mele e nel vino, fa bene anche se presa in quantità ridotte. Anzi, un consumo ridotto risulta più efficace di un’assunzione eccessiva. È quanto sostengono, in uno studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, i ricercatori delle Università di Leicester (Usa) e di Liverpool (Regno Unito), che hanno smentito i risultati di ricerche precedenti, secondo cui la sostanza avrebbe effetti benefici solo se consumata in quantità spropositate. Gli esperti ritengono, invece, che bere regolarmente un bicchiere di vino rosso potrebbe ridurre il pericolo di sviluppare il tumore all’intestino.

Durante la ricerca, gli studiosi hanno somministrato il resveratrolo ad alcuni topi affetti da adenoma al colon, un tumore benigno che, in diversi casi, può trasformarsi in cancro intestinale. I roditori sono stati inseriti in due gruppi. Ai primi è stata assegnata, quotidianamente, una quantità della sostanza pari a quella contenuta in un bicchiere di vino. Ai secondi, invece, è stata fornita una dose 200 volte superiore. Inoltre, gli animali sono stati ulteriormente suddivisi in due sottogruppi: alcuni sono stati nutriti con una dieta bilanciata, mentre gli altri con un’alimentazione ricca di grassi.

Al termine dell’esperimento, è emerso che il resveratrolo aveva determinato una riduzione delle dimensioni del tumore, soprattutto se assunto in piccole dosi. Nei roditori che avevano consumato elevate quantità della sostanza, infatti, il tumore era diminuito del 25%. Invece, in quelli che avevano consumato una dose di resveratrolo equivalente a quella contenuta in un bicchiere di vino, si era ridotto del 50%. Tuttavia, questi risultati sono stati osservati soltanto nei topolini nutriti con l’alimentazione ipercalorica.

“Abbiamo osservato che un basso consumo, piuttosto che un’assunzione ingente, di resveratrolo impedisce la crescita tumorale nei topi – spiega Karen Brown, che ha guidato la ricerca -. Per la prima volta, abbiamo visto che meno resveratrolo è meglio. Questo studio dimostra che una quantità ridotta può aiutare a prevenire i tumori più di una dose elevata”.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X